Interviste

Noia: “Il bando per non obiettori discrimina tutti i medici”. Avvenire Roma Sette 5-MAR-2017

Noia: “Il bando per non obiettori discrimina tutti i medici” di Filippo Passantino Avvenire Roma Sette 05 MAR 2017 “Il numero dei ginecologi che non esercita il diritto all’obiezione di coscienza è congruo al numero complessivo degli interventi di interruzzione volontaria di gravidanza”. Il presidente dell’AIGOC (Associazione Italiana Ginecologi Ostetrici Cattolici) Giuseppe Noia cita l’ultima …

Noia: “Il bando per non obiettori discrimina tutti i medici”. Avvenire Roma Sette 5-MAR-2017 Leggi altro »

Si vuole salvare almeno la piccola

Il prof. Noia, intervistato da Avvenire, commenta il caso della donna in coma presso l’ospedale S.Anna di Torino e tenuta in vita per salvare la piccola che porta in grembo. Riportiamo l’ntervista del professore e l’articolo pubblicato su avvenire che riporta il fatto. Noia_salvare_piccola Tenuta_in_vita_per_la_bimba

Recuperare le ragioni della ragione scientifica

Dietro l’acronimo si cela l’Associazione Italiana Ginecologi Ostetrici Cattolici, affacciatasi alla ribalta con l’obiettivo della tutela della vita nascente. Al vertice Giuseppe Noia, responsabile del Centro di diagnosi e terapia fetale presso il Policlinico Gemelli di Roma , deciso a darne un’impronta particolare: priva cioè di supremazia ideologica e di steccati culturali. Ricca invece di …

Recuperare le ragioni della ragione scientifica Leggi altro »

Basta un poco di zucchero e la pillola va giù

Era il 1 aprile 2010, quando entrava in commercio in Italia la pillola abortiva RU486 distribuita dalla Nordic Pharma. La RU è l’alternativa farmacologica all’interruzione di gravidanza con metodo chirurgico. “L’aborto facile, breve ed indolore” l’hanno definito. Abbiamo intervistato il prof. Giuseppe Noia, esperto in diagnosi prenatale presso il Policlinico Gemelli di Roma. Prof. Noia, …

Basta un poco di zucchero e la pillola va giù Leggi altro »

La libertà di coscienza va tutelata non potete obbligarci ad uccidere

Giuseppe Noia, presidente dell’Associazione Italiana Ginecologi e Ostetrici Cattolici. L’obbiezione di coscienza attiene alla libertà dell’uomo e deve essere tutelata. Ci sono troppi “silenzi” scientifici attorno alla legge 194. Non siamo autorizzati ad uccidere i bambini che potrebbero avere delle malformazioni. Leggi l’ intervista…

Privacy Preference Center